Descrizione - Scheda tecnica - Relazione tecnica - CapitolatoDisegno tecnico


 Descrizione


La NALDI Ecologia opera nel settore del trattamento delle acque reflue sia civili che industriali sin dalla fine degli anni 80. Per risolvere con successo l'importante e sempre più incombente problema ecologico della depurazione delle acque di scarico prodotte da piccoli nuclei abitativi, ha realizzato una serie di impianti modulari prefabbricati, per il trattamento di piccolissime comunità sino a 50 Abitanti Equivalenti.

Ogni impianto che viene prodotto nello stabilimento della NALDI Divisione Ecologia è un capolavoro di affidabilità, nel quale convergono: il continuo aggiornamento tecnologico dei mezzi di produzione, le nuove soluzioni tecniche collaudate dalla sezione ricerca e sviluppo mediante impianti.

Il trattamento depurativo dei liquami mediante fossa Imhoff è antichissimo e risale al secolo scorso, quando comparvero le prime fosse settiche. Nel passato questo tipo di trattamento ha trovato una grande diffusione anche su impianti al servizio di grandi comunità, ma attualmente il loro utilizzo è limitato a piccoli insediamenti a carattere rurale o come pretrattamento ad ulteriori stadi depurativi come ad esempio letti percolatori o biodischi.

La tecnologia proposta non raggiunge gli elevati rendimenti depurativi di un impianto a fanghi attivi, ma è la più attuale per ottenere un valido miglioramento rispetto ad una vasca Imhoff, difatti a quest'ultima viene abbinato un letto batterico anaerobico sommerso, che abbatte il carico inquinante con assenza totale di costi energetici.
La particolare flora batterica che si sviluppa in questo tipo di impianto rimane adesa al biofiltro e demolisce ulteriormente la sostanza organica presente senza necessità di ossigeno atmosferico; si verifica quindi una vera e propria riduzione biologica dei composti organici presenti senza necessità di alcun costo energetico per soffianti o compressori.

Il liquame, per poter essere efficacemente depurato da questa tipologia di impianto, deve innanzitutto subire un pretrattamento di chiarificazione: i liquami neri provenienti dagli scarichi igienici mediante fossa Imhoff e le acque bionde provenienti dalla cucina mediante un degrassatore.
(Nella fornitura sono quotati a parte il degrassatore e la fossa Imhoff che possono essere già presenti nell'insediamento).
Gli scarichi vengono poi riuniti e convogliati da un'apposita tubazione distributrice sul fondo del letto e lo attraversano gradualmente ed uniformemente dal basso verso l'alto. Il liquame così depurato è raccolto da un collettore di superficie posto nella parte superiore del biofiltro e viene inviato allo scarico.

In passato i filtri anaerobici venivano solitamente realizzati con ciottoli di varia pezzatura, che però creavano notevole difficoltà durante le operazioni di manutenzione e pulizia.
La NALDI Ecologia, in virtù dell'esperienza su impianti industriali, utilizza un materiale di riempimento inerte ed
inattaccabile dagli agenti chimici e biologici e con caratteristiche particolari studiate appositamente per questo utilizzo:
- il dimensionamento degli impianti è stato effettuato considerando una capacità del letto filtrante pari a 200 l/A.E. in virtù della maggior superficie dei corpi di riempimento o tramite la formula A.E.= V*h2/h come da Legge Regionale Emilia Romagna;
- l'elevata permeabilità ed il forte carico idraulico applicabile riducono al minimo la necessità di effettuare pulizie del letto che
possono essere sicuramente considerate meno del 50% di quelle necessarie con letti a ciottoli;
- in relazione ai punti precedenti, i rendimenti depurativi che si raggiungono con la massa filtrante in materiale plastico sono notevolmente più alti rispetto agli impianti tradizionali a ciottoli.

Nella tabella sottostante vengono messi a confronto alcuni dati tecnici caratteristici dei due materiali di riempimento:

Ciottoli selezionati NALDI Ecologia:

Indice di vuoto 40 - 50 % 95%
Superficie specifica 45 - 65 m2/m3 140 m2/m3
Peso a secco 1.300 kg/m3 55 kg/m3
Peso in esercizio 1.400 - 1.500 kg/m3 300 - 350 kg/m3

 

I materiali costruttivi a contatto con i liquami sono tutti inattaccabili dagli agenti presenti:
- Le vasche ed i setti di separazione sono realizzati completamente in vetroresina (plastica rinforzata con fibre di vetro), che garantisce una resistenza alle aggressioni degli agenti chimici, biologici e naturali molto elevata, pressoché eterna e sicuramente superiore ad altri materiali.
- Le caratteristiche peculiari dei materiali e la tecnologia utilizzata per la costruzione dei manufatti garantiscono una perfetta tenuta idraulica, escludendo così possibili infiltrazioni ed inquinamenti delle falde idriche.
- L'impianto Naldi, grazie alla leggerezza dei materiali utilizzati e al premontaggio in officina, permette trasporto ed installazione realizzabili facilmente anche dall'utente finale, quindi con costi estremamente contenuti.
- I materiali utilizzati per le tubazioni e per gli accessori sono in materiale plastico inattaccabile e pertanto non necessitano di alcuna manutenzione ordinaria.
- Il biofiltro è realizzato in polipropilene isotattico, materiale inattaccabile dagli agenti chimici e biologici presenti. Può essere pulito con estrema facilità grazie al ridotto peso, all'uniformità ed alle dimensioni dei singoli pezzi.