Descrizione - Scheda tecnica - Relazione tecnica - Capitolato


 Descrizione

La NALDI Ecologia opera nel settore del trattamento delle acque reflue sia civili che industriali sin dagl’anni 80. Per risolvere con successo l'importante e sempre più incombente problema ecologico della depurazione delle acque di scarico prodotte da piccoli nuclei abitativi, ha realizzato una serie di impianti modulari prefabbricati, in grado di realizzare reti di fito-depurazione subirrigazione per il trattamento di piccole comunità fino a 50 abitanti equivalenti.
Ogni impianto che viene prodotto nello stabilimento della NALDI Ecologia è un capolavoro di affidabilità, nel quale convergono: il continuo aggiornamento tecnologico dei mezzi di produzione, le nuove tecniche collaudate dalla sezione ricerca e sviluppo mediante impianti pilota.

I trattamenti di fitodepurazione sono trattamenti di tipo biologico in cui determinati tipi di piante, che si sviluppano in corpi idrici artificiali o in terreni saturi d’acqua, hanno un ruolo chiave nella depurazione delle acque reflue per azione diretta e/o per azione dei batteri che colonizzano nel loro apparato radicale.

Lo scopo è di ottenere la rimozione di parte della sostanza organica e dei nutrienti.

La capacità depurativa dei trattamenti di fitodepurazione con piante emergenti a flusso sotterraneo deriva principalmente dal potere depurativo della biomassa aerobica adesa alle radici della pianta, dal potere adsorbente delle radici nei confronti dei solidi colloidali, dall'assimilazione di sostanze organiche e nutrienti da parte della pianta per la sintesi proteica ed il proprio accrescimento ed inoltre anche dall'apporto di ossigeno dalle foglie delle piante alle radici attraverso il sistema vascolare.

I trattamenti di fitodepurazione costituiscono una forma di trattamento adatta ai liquami di piccole comunità, soprattutto di tipo rurale, per una serie di motivazioni che risiedono nella semplicità ed economia di costruzione ed esercizio, nella ridotta manutenzione richiesta e nella possibilità di fare a meno di personale qualificato nella conduzione, nella notevole resistenza agli shock di carico organico ed idraulico, nella possibilità di ottenere una riduzione dei liquami allo scarico mediante processi di evapotraspirazione.

Il liquame, per poter essere efficacemente assorbito dal terreno senza dover utilizzare elevatissime superfici, deve innanzitutto subire un pre-trattamento di chiarificazione: i liquami neri provenienti dagli scarichi igienici mediante una fossa Imhoff e le acque bionde provenienti dalla cucina mediante un degrassatore.

La tecnologia proposta è la più attuale e soprattutto quella che tutela maggiormente i terreni e le falde idriche, eventualmente presenti, dall’inquinamento, inoltre le reazioni di depurazione si sviluppano tutte senza il minimo contatto con l’atmosfera e quindi senza esalazioni moleste.

Le principali applicazioni ed i relativi vantaggi di questa tecnologia sono evidenziate dalle seguenti situazioni: terreno scarsamente permeabile, terreno roccioso o con fessurazioni con pericolo di inquinamento diretto della falda, variazioni notevoli dell’altezza della falda durante le stagioni con presenza ad una profondità limitata.
La rete disperdente è costituita da una serie di vassoi assorbenti (plateau adsorbant) nei quali il liquame viene assorbito dal terreno, dagli arbusti e dalla vegetazione avida d’acqua.

La fornitura comprende i vassoi assorbenti, il tessuto non tessuto per favorire la corretta distribuzione del liquame ed impedire intasamenti della linea di distribuzione, le tubazioni per eseguire i collegamenti idraulici, i pozzetti di ispezione e di distribuzione/raccolta del liquame. Non sono compresi nella fornitura gli inerti ed il terreno necessari per il riempimento dei vassoi assorbenti e la vegetazione. (Nella fornitura sono quotati a parte il degrassatore e la fossa Imhoff che possono essere già presenti nell'insediamento).

Nella relazione tecnica sono riportati alcuni tipi di piante idonee per questo utilizzo.
Il vostro vivaista di fiducia potrà consigliarvi ulteriormente per la scelta definitiva in relazione al clima del luogo e per il numero di piante da inserire in ogni vassoio.

NALDI Ecologia propone due tipologie di soluzioni impiantistiche:
I vassoi assorbenti possono essere costituiti da moduli componibili formati da testate aperte ad una estremità e da prolunghe per raggiungere le lunghezze necessarie a rispettare i dimensionamenti previsti dai regolamenti locali, oppure da vassoi bombati anch’essi componibili modularmente. La posa avviene senza alcuna difficoltà pochi centimetri sotto il livello terreno e vengono riempiti con strati sovrapposti di ciottoli, ghiaia e terreno vegetale, in modo da creare un ecoambiente ideale per la crescita rigogliosa delle piante.

I materiali costruttivi a contatto con i liquami sono tutti inattaccabili dagli agenti presenti:

I vassoi assorbenti sono realizzati completamente in vetroresina (plastica rinforzata con fibre di vetro), che garantisce una resistenza alle aggressioni degli agenti chimici, biologici e naturali molto elevata, pressoché eterna e sicuramente superiore ad altri materiali.

L'impianto NALDI, grazie alla leggerezza dei materiali utilizzati, alle semplici istruzioni d’installazione e agli ingombri contenuti degli imballi, permette trasporto ed installazione realizzabili facilmente anche dall'utente finale e quindi con costi estremamente contenuti.

I materiali utilizzati per le tubazioni e per gli accessori sono in materiale plastico inattaccabile e pertanto non necessitano di alcuna manutenzione ordinaria.

I dispositivi installati di serie sono di concezione esclusiva della NALDI Ecologia, sono stati realizzati per essere esenti da qualunque manutenzione ordinaria e quindi garantire una gestione da parte dell'utente finale senza alcuna preoccupazione.